Cappella San Filippo

streaming

gallery

gallery

gallery

Cappella San Filippo

header san filippo

Originariamente qui era un ingresso laterale del tempio che dava sul convento; l’altare che vi fu eretto dietro lascito di Pompeo Buzzio e dedicato a S. Giovanni Battista verso il 1580 doveva essere perciò staccato dalla parete. La cappella però era senza ornamenti e tale rimase fino al 1745, anno in cui il Sig. Ignazio Saverio Riccitelli fece dono della grande pala d’altare preparata a Bologna per la chiesa di S. Filippo in Macerata e non risultata di gradimento ai religiosi Oratoriani. Coll’ aiuto del tesoriere della Marca Gianfrancesco Morichi la cappella fu adornata di colonne e di stucchi con due statue imponenti rappresentanti Mosè ed Elia. La grandiosa tela di Giuseppe Marchesi, detto Sansone, rappresenta l’estasi di S. Filippo, con disegno e scioltezza considerevoli. Gli angeli che riempiono la composizione hanno morbidezza di carni e di panni ammirabile. Notevole la cura anatomica, testimoniata dai due angioletti in basso a destra.